L’oro liquido

Longevità alle cellule con un ridottissimo impatto ambientale.

In Grecia era utilizzato nel gymnasium, una scuola in cui la cura di corpo e mente avevano pari importanza, e dove si promuovevano l’educazione, la cultura, la salute, le attività ginniche e l’igiene.

L’olio extravergine di oliva è una miniera di antiossidanti tra cui la vitamina E, il tocoferolo e diversi composti fenolici, utili per la longevità delle cellule del nostro corpo. 

Molecole in grado di difendere il nostro corpo dall’invecchiamento precoce con la lotta ai radicali liberi, primi responsabili dei danni cellulari tipici dell’età e forme molto reattive dell’ossigeno, ovvero potenti molecole in grado di danneggiare il DNA.

Un alleato prezioso per una pelle fresca e luminosa.

La composizione in grassi dell’olio di oliva (trigliceridi) è molto simile al sebo della pelle umana e, tra gli oli vegetali, è quello con la maggiore affinità allo strato lipidico della cute.

Questo ne fa un anti-aging naturale, perfetto per ogni tipo di pelle: emolliente, lenitivo, anti-irritante, ravvivante per i capelli sfibrati, utile anche in gravidanza per prevenire le smagliature. Un vero aiuto per avere la pelle liscia, morbida ed elastica.


COMPOSIZIONE CHIMICO-FISICA

L’olio extravergine di oliva è composto per il 95-98% da trigliceridi e per la parte restante da sostanze liposolubili e composti polari, originariamente presenti nella polpa matura e nel nocciolo, che raggiungono l’olio durante il processo estrattivo. Da un punto di vista chimico-fisico si riconoscono una frazione saponificabile (caratterizzata da sostanze sensibili all’azione di basi concentrate) e una frazione insaponificabile (formata da sostanze che non subiscono processi di idrolisi se sottoposte all’azione di basi concentrate).

FRAZIONE SAPONIFICABILE

Composta prevalentemente da trigliceridi (esteri derivanti dalla combinazione della glicerina con acidi grassi), in cui la composizione in acidi grassi varia a seconda di specie, varietà, età della pianta, terreno, periodo di raccolta.

Una caratteristica tipica dell’olio di oliva è il particolare equilibrio tra acidi grassi saturi e insaturi nella composizione dei trigliceridi. In particolare, la componente trigligeridica di questo olio gli conferisce ottime proprietà nutrienti, emollienti e idratanti indirette, che contribuiscono ad ammorbidire la pelle migliorandone la funzione barriera e rendendola più gradevole alla vista e al tatto.

FRAZIONE INSAPONIFICABILE

Presente in bassa concentrazione (0,5-2%), è responsabile delle proprietà organolettiche (odore, gusto) e cosmetiche (antiossidanti, rigeneranti, eudermiche).

Tra le sostanze più importanti da un punto di vista cosmetico:

  • Idrocarburi (30-40%), in particolare lo squalene, che interagisce con i componenti lipidici dell’epidermide, colmando gli spazi tra i corneociti e aumentando l’efficacia della funzione barriera.
  • Polifenoli, antiossidanti che contribuiscono a difendere dalle aggressioni dei radicali liberi, azione a livello cutaneo che si traduce in una spiccata funzione anti-age.
  • Steroli, fra cui il più rappresentato è il betasitosterolo, dotato di ottime proprietà eudermiche e rigeneranti.
  • Vitamine: sono presenti provitamina A, vitamina F, vitamina D e vitamina E, dotate di una spiccata azione antiossidante e dermoprotettiva, ottime nel trattamento delle pelli senescenti e stressate.
L’olio extravergine d’oliva vanta molte proprietà cosmetiche, e può entrare a far parte di quei prodotti considerati a chilometro zero, una più che valida alternativa all’olio di Argan o all’olio di avocado, con risultati analoghi.